Il segreto dei Marò

Tra politica ed affari militari

Ottobre 2015

TRIMESTRALE – ANNO III – n.11

L’Auditorium è pieno di gente. Molte persone sono costrette a stare in piedi o, in alternativa, si devono accontentare di seguire l’evento in una stanza vicina, impreziosita per l’occasione da un mega schermo.
Siamo a Precenicco, un piccolo comune con poco più di 1.500 abitanti situato lungo l’ultimo tratto del fiume Stella in provincia di Udine, in Friuli Venezia Giulia. Sul palco un artista anche alpinista e anche scrittore, Mauro Corona, un cantautore, Luigi Maieron, e il giornalista televisivo Toni Capuozzo, protagonisti assoluti e unici dello spettacolo “Tre uomini di parola”. Ingresso gratuito e biglietti della lotteria all’uscita. Così, semplicemente, tre amici davanti ad un pubblico a chiacchierare. Un successo. L’iniziativa è riuscita a finanziare attività umanitarie dell’8° Reggimento Alpini in Afghanistan quali pozzi per l’acqua, scuole e ospedali. Toni Capuozzo ed i suoi amici sono anche questo: uomini che tendono la mano agli altri, che fanno del bene, consapevoli che il cinismo e la crudeltà del mondo moderno debbano essere fortemente mitigati dalla pace e dalla solidarietà. Ho intervistato Capuozzo su “Il segreto dei Marò”, ultima sua fatica libraria. La chiacchierata è stata piacevole e interessante e spero che il risultato piaccia anche a voi. Ciò che però mi ha colpito maggiormente in Toni è la passione, la semplicità e umanità di una persona che a telecamere spente ritaglia a Precenicco spazi della propria vita da dedicare agli altri per contribuire a rendere migliore il mondo in cui vive. Un bell’ esempio per le future generazioni.

(P. Gregori; editoriale)