Copernico Sim vince ancora!

Gennaio 2018

Anno  V – n. 20

Google, Facebook, Wikipedia, gruppi editoriali e associazioni di categoria non hanno marcato visita. All’istituzione del Tavolo Tecnico per contrastare la disinformazione on line, voluto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, le più importanti e strutturate realtà che operano con il web hanno alzato la mano e gridato: “Presente!”. Dal 4 dicembre scorso, quindi, le fake news sono sorvegliate speciali. L’obiettivo del Tavolo tecnico “per la garanzia del pluralismo e della correttezza dell’informazione sulle piattaforme digitali” è di istituire una sede istituzionale di confronto finalizzata a favorire forme di autoregolamentazione delle piattaforme e lo scambio di buone prassi per l’individuazione ed il contrasto dei fenomeni di disinformazione on line (il cui tema è stato sollevato anche dal nostro giornale la scorsa edizione) nonché a misurarne e valutarne gli effetti. La cooperazione tra i partecipanti al Tavolo e l’Autorità dovrebbe favorire l’adozione di codici di condotta e buone prassi in materia di detection, flagging e contrasto alle strategie di disinformazione alimentate da account falsi o inesistenti e legate a flussi economici, anche esteri, associati all’inserzionismo on line. Si è saputo, inoltre, che l’Autorità coinvolgerà esperti e rappresentanti del mondo accademico e della ricerca scientifica allo scopo di approfondire i temi connessi ai fenomeni della disinformazione nel settore alimentare, sanitario e sul gioco d’azzardo che saranno oggetto di appositi tavoli tematici. La nostra speranza è che tra un hamburger, una visita medica e una slot machine ci sia spazio anche per il settore finanziario dal quale, diciamocelo, dipendono tutti gli altri.

(P.Gregori;”Dalle parole ai fatti” editoriale)

[flipbook pdf=”https://www.copernicosim.com/wp-content/uploads/2018/01/rivista-Copernicano-20.pdf”]